CARICAMENTO

Digita per cercare

Gatti

“Ha fatto del male al mio cane”, dopo questa esternazione prende il fucile e spara al gatto del figlio

Diffondi la notizia.
  • 202
  •  
  •  
  •  
  •  
    202
    Shares

Roma, villaggio Prenestino, un giorno come tutti gli altri, la cui ordinarietà viene all’improvviso interrotta da degli spari provenienti da una villetta del quartiere. Ad imbracciare il fucile ad aria compressa, un 50enne romano che giustifica l’orribile gesto dicendo che il gatto del figlio ha graffiato il suo adorato cane. Il figlio 18enne dell’uomo intervenuto prontamente in difesa del suo micio, è stato preso a calci e pugni dal padre.

Le urla e la lite scatenatasi di seguito anche con la moglie, ha convinto i vicini a chiamare la polizia.
Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Romanina e del Reparto Volanti, intervenuti prontamente, hanno interrogato tutti i componenti del nucleo familiare e mentre erano intenti a redigere il verbale si sono accorti che nel giardino di casa faceva bella mostra di sè una mini piantagione di marijuana.

loading...

A questo punto è subito scattata una perquisizione interna all’abitazione che ha rivelato la presenza di altra droga già confezionata e pronta alla vendita, inoltre, hanno trovato il fucile con cui l’uomo ha sparato al povero gatto, un bilancino di precisione e diversi coltelli. Il pusher è stato tratto in arresto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, aggravati dalla denuncia sporta dal figlio per lesioni aggravate.

A prescindere dal fatto che la famiglia in questione avrà un pò di sollievo dall’allontanamento di questo signore dall’abitazione, quello che ci preme ricordare è che in questo paese non ci sono leggi severe che puniscano in modo esemplare coloro che fanno del male agli animali. Vorrei dire al riguardo che negli Stati Uniti, se vieni preso in flagranza, il delitto contro un animale è equiparato a quello di un essere umano e questo perchè molti studi condotti in collaborazione con l’FBI, hanno evidenziato una correlazione tra la crudeltà commessa verso gli animali e quella verso gli esseri umani.

loading...

Il micio in questione è stato curato e le ferite dell’anima saprà alleviarle il suo padrone che ha preso calci e pugni per difenderlo, noi tutti ribadiamo il concetto che chi fà del male gratuitamente agli animali non merita di vivere in un contesto di civiltà.

 

Tags:

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *