CARICAMENTO

Digita per cercare

Cani

Cucce per cani in una stazione degli autobus

Diffondi la notizia.
  • 3.6K
  •  
  •  
  •  
  •  
    3.6K
    Shares

In Brasile una stazione degli autobus mette a disposizione cucce per cani per sconfiggere il freddo invernale

Temperature rigide nell’emisfero australe

Una stazione degli autobus brasiliana ha messo a disposizione cucce per cani per tutti i randagi che vogliono scaldarsi in inverno. Infatti mentre nell’emisfero settentrionale le temperature sono sempre alte, nell’emisfero sud si ha a che fare con il clima rigido. Quando da noi è estate piena i paesi al di sotto dell’equatore “combattono” con il freddo dell’inverno.

Max, Pitoco e Zoinho sono tre fortunati randagi che possono usufruire dei comfort di questa stazione degli autobus di Barreirinha nella città di Curitiba. Hanno a disposizione cibo, acqua e letti costruiti con degli pneumatici.

loading...

Photo credit

Fabiane Rosa è una soccorritrice amante dei cani. Appena ha notato la dolcezza e la soddisfazione sul volto degli animali ha deciso di immortalare il momento. Le foto sono poi state postate su Facebook.

“Non mi stanco di lodare il Neusa Dos Santos (che ha dato vita all’iniziativa) e gli altri volontari che si impegnano per fornire acqua, cibo, un letto caldo, dolcezza e sicurezza a queste creature” ha detto la signora.

loading...

Photo credit

Ha inoltre incoraggiato la gente a parlare dell’abuso degli animali e dell’abbandono. Sono argomenti di cui bisogna parlare. Bisogna sensibilizzare l’opinione pubblica.

“Può essere l’unica speranza di una vita decente per questi angeli che soffrono in silenzio. I tre randagi hanno comunque una vita molto più dignitosa di alcune vittime di maltrattamenti. Vittime che non possono essere liberate perchè nascoste dietro le mura dell’indifferenza della gente.” ha sostenuto Rosa. La donna ha poi continuato: “Le persone è bene che capiscano una cosa, il mondo non è solo un privilegio degli umani. Dio ha creato gli animali per condividere l’esistenza con loro e per insegnarci ad amarli senza condizioni.”

Photo credit

 

Siamo anche su Facebook, vieni a trovarci.

Tags:

Potrebbe interessarti anche