CARICAMENTO

Digita per cercare

Cani Gatti

Cane trova dei gattini in una scatola

Diffondi la notizia.
  • 563
  •  
  •  
  •  
  •  
    563
    Shares

Un cane trova dei gattini abbandonati dentro una scatola e diventa il loro padre adottivo

Aragon vive con la sua famiglia ad Atene, durante una delle sue passeggiate questo cane trova dei gattini abbandonati in una scatola. La sua padroncina decide di portarli a casa e di farli crescere abbastanza da trovargli poi una famiglia. Aragon diventa di conseguenza il loro padre adottivo. La donna è una volontaria di SCARS – Second Chance Animal Rescue e vive vicino alla montagna di Immitos. Sa molto bene che fine avrebbero potuto fare questi poveri gattini in balìa delle motagne. Sarebbero diventati cibo facile per molti animali da preda che vivono in altura.

loading...

Photo credit

“Le cucciolate di gattini abbandonate sono all’ordine del giorno in Grecia, ogni volta che succede la nostra reazione è sempre la stessa, un gesto di rassegnazione” dice la donna nella descrizione del video del salvataggio su Youtube. “In un solo mese SCARS ha salvato più di 25 mici, tutti abbandonati allo stesso modo”. Molto spesso però gli capita di trovare scatole e coperte vuote. Si tratta di gatti, cani, conigli ed anche uccelli che dopo poche ore dall’abbandono magari vengono mangiate da qualche volpe affamata, predatore molto comune sulle montagne ateniesi.

Photo credit

loading...

“Questa volta i piccoletti sono stati fortunati. Stavamo camminando io e Aragon vicino alla montagna, in realtà avevo in mente di fare un video. Lo scopo era quello di documentare il numero enorme di animali abbandonati lì. Ad un certo punto il cane ha iniziato a tirare verso la loro direzione. Fondamentalmente è stato lui il soccoritore ed è stato da subito un ottimo padre adottivo”.

Se vuoi aiutare SCARS a continuare a salvare animali in difficoltà clicca qui per visitare il loro sito web. Puoi anche inviare delle donazioni in modo da aiutare questi poveri piccoli in difficoltà.

 

Siamo anche su Facebook, vieni a trovarci.

Tags:

Potrebbe interessarti anche